Industria Vicentina
07/14/2020

Carlo Cracco in Favini per il packaging green

Il celebre chef vicentino ha visitato le fasi della produzione di Crush, la carta ecologica realizzata con sottoprodotti di lavorazioni agro-industriali.



L'attenzione all'eco-sostenibilità in tutte le fasi di una produzione o di un servizio è un'aspetto che non può essere mai dimenticato. Lo sa bene Carlo Cracco, che della qualità dei propri prodotti ne ha fatto una cifra stilistica.

Non sorprende quindi che il celebre
chef stellato vicentino abbia voluto visitare personalmente gli stabilimenti Favini per imprimere "svolta green ai packaging dei suoi prodotti e ai materiali di comunicazione del suo ristorante", come fa sapere l'azienda di Rossano Veneto attraverso propri social.

L'ex giudice di Masterchef, infatti,
"si è rivolto a Favini, che utilizzando la tecnologia di Crush, ha prodotto una speciale carta ecologica da riuso creativo di sottoprodotti agro-industriali".

Le immagini pubblicare da Favini mostrano infatti Cracco seguire
"passo passo la produzione della carta Crush, dal mulino dove vengono micronizzati i residui agro-industriali, alla tina di colorazione e alla macchina continua, fino alla bobina di carta finita".


Foto scattate a inizio 2020.




© RIPRODUZIONE RISERVATA

TV e Radio

  • Confindustria Sette

    A "Prima serata" su TvA "Usura e mafia nel post-Covid"; Il progetto pilota della Fiera per il settore orafo

    Confindustria FM

Imprese