Industria Vicentina
09/15/2020

Il busto di Pigafetta realizzato da Margraf parte per il Cile

L’imponente scultura è stata realizzata in occasione delle celebrazioni per i 500 anni del primo giro del globo.



In occasione delle celebrazioni per i 500 anni del primo giro del globo, la statua del navigatore e scrittore vicentino Antonio Pigafetta - colui che con la sua “Relazione del primo viaggio attorno al mondo” ha dato origine alle prime cronache - dopo essere stata esposta nel cortile di Palazzo Trissino e benedetta dal vescovo Beniamino Pizziol, “lascia gli ormeggi” e parte per il suo viaggio verso il Cile.

L’imponente scultura, realizzata e donata da Margraf, ha un busto di 80 cm, che pesa 80 kg, appoggiato su un basamento monumentale realizzato in Fior di Pesco Carnico - un marmo esclusivo e proveniente dall’unica cava esistente al mondo a Forni Avoltri (UD), di proprietà dell’azienda vicentina.

Il binomio marmo e arte rappresenta per Margraf una sempre crescente opportunità per diffondere la cultura e la sensibilità per un materiale di straordinaria bellezza, unico e mai banale, del quale l’azienda vicentina è interprete da oltre 100 anni.

Numerose sono le iniziative che l’azienda ha intrapreso nel campo dell’arte, dalla partnership con il Padiglione Venezia alla Biennale d’Arte di Venezia, passando per la promozione di un proprio simposio di scultura nella sede di Chiampo (VI), fino a spingere la lavorazione della materia litica oltre i confini finora conosciuti, grazie ad avveniristiche tecniche di lavorazione a controllo numerico che ha portato alla realizzazione delle opere sfida Arcolitico e Ripple, visibili presso l’Area Margraf di Gambellara (VI).




© RIPRODUZIONE RISERVATA

TV e Radio

  • Confindustria Sette

    A "Prima serata" su TvA "Usura e mafia nel post-Covid"; Il progetto pilota della Fiera per il settore orafo

    Confindustria FM

Imprese