Industria Vicentina
03/14/2019

Pesavento alla cerimonia dell’alzabandiera solenne al Centro di Eccellenza per le Unità di Polizia di Stabilità

Chiara Carli: "Un onore essere presenti, che ci ricorda anche l'importanza di mantenere la pace".



"Ci sono eventi che lasciano il segno, ci parlano di cittadinanza, responsabilità, impegno, senso di appartenenza: valori fondamentali nella vita civile, come anche in quella aziendale. Per Pesavento, avere l’onore di partecipare alla cerimonia dell’alzabandiera solenne presso il Centro di eccellenza per le Unità di Polizia di Stabilità di Vicenza (CoESPU) è stato un evento davvero emozionante, ricco di significato e valore" queste le parole nella nota diffusa dall'azienda orafa vicentina.

Come è ormai tradizione, la caserma Chinotto apre le sue porte in occasione della cerimonia mensile dell’alzabandiera solenne. È un evento poco conosciuto in città, eppure un’occasione straordinaria alla portata di tutti i cittadini.
Lunedì 11 marzo, alle ore 8, il team Pesavento al completo ha partecipato all’alzabandiera, a fianco del ministro degli Affari Regionali e delle Autonomie Erika Stefani, accogliendo l’invito del Generale di Brigata Giovanni Pietro Barbano, comandante del CoESPU.

Chiara Carli, a nome dell’azienda, sottolinea il valore di questo evento per tutti: "È stato un onore essere presenti, un momento di grande emozione ed orgoglio che ha coinvolto ognuno di noi in maniera inaspettata, ricordandoci l’importanza di mantenere la pace”.

Per il Generale Barbano la presenza della Pesavento ha confermato l’importanza del legame con la città di Vicenza e con le realtà economiche del territorio: un’esperienza da diffondere, con l’auspicio che anche altre aziende possano seguirne l’esempio.




© RIPRODUZIONE RISERVATA

TV e Radio

  • Confindustria Sette

    "MuoViVicenza": la presentazione dei progetti per il miglioramento delle infrastrutture provinciali, "Veneto 2050: tra piano casa, riqualificazione urbana e rinaturalizzazione del territorio"

    Confindustria FM

Imprese