06/04/2022

Lavoro somministrato: nel 2021 quasi 140 mila assunzioni e 11.500 posti di lavoro in più

Veneto Lavoro: dopo la caduta registrata durante la pandemia, il 2021 ha rappresentato l’anno della ripresa anche per il lavoro somministrato.

Sono quasi 140 mila le assunzioni effettuate in Veneto nel 2021 con contratto di somministrazione lavoro, un valore lievemente superiore a quello registrato nel 2019 (137.776), ultimo anno pre-pandemia, e che rappresenta il 18% del totale delle assunzioni con contratto di lavoro dipendente.

I dati del Sestante di Veneto Lavoro, l’approfondimento statistico trimestrale che monitora l’andamento del mercato del lavoro dipendente in regione, evidenziano la ripresa del lavoro somministrato nell’ultimo anno dopo il crollo registrato in piena pandemia.

Il ricorso a tale tipologia contrattuale è aumentato ininterrottamente dal 2013 al 2017, quando ha raggiunto il picco massimo di oltre 215 mila attivazioni. Nel 2018 è iniziata un’inversione di tendenza poi accentuatasi nel 2019 e soprattutto nel 2020 in concomitanza con l’insorgere della pandemia, quando si è registrata una caduta del 53% rispetto ai valori toccati quattro anni prima. Nel 2021 le attivazioni sono state complessivamente 139.725, di cui 136.849 a tempo determinato e 2.876 a tempo indeterminato.

La crescita dell’ultimo anno è interamente attribuibile ai contratti di somministrazione a termine, mentre lo staff leasing, ovvero l’invio in missione presso un’azienda di un dipendente a tempo indeterminato dell’agenzia, ha interessato 2 mila lavoratori e 800 imprese, a fronte dei 4.600 occupati e 1.100 imprese del 2019.

Osservando i flussi di lavoro dal lato delle imprese utilizzatrici e quindi delle missioni, l’industria rimane il settore di impiego privilegiato, nel quale si concentra oltre la metà delle missioni totali. Il metalmeccanico da solo conta 32.545 missioni sulle 153 mila registrate complessivamente nel 2021 (21,2% del totale). A seguire, ingrosso e logistica (15%), commercio (8,4%), servizi di pulizia (7%), turismo (6,4%) e alcuni comparti del made in Italy quali industrie alimentari (6%), legno-mobilio (3,6%) e industria conciaria (2,6%).

Tutti i dati sull’andamento del lavoro somministrato in Veneto nel 2021 sono disponibili nel Sestante di Veneto Lavoro e sono liberamente consultabili online nella sezione del portale dedicata alla navigazione delle banche dati del Sistema Informativo Lavoro Veneto, www.venetolavoro.it/silv.



Photo by Corinne Kutz on Unsplash