Industria Vicentina
IVApp
10/05/2018

Nuova maturità senza alternanza: “Bruttissimo segnale, danneggia gli studenti"

Barbara Beltrame: "Le imprese invece terranno conto delle esperienze in alternanza scuola lavoro al momento di assumere”.



Il nuovo esame di maturità prevede che l’alternanza scuola lavoro non sia considerata come requisito d’accesso per l’anno scolastico 2018-2019.

“È davvero un bruttissimo segnale – afferma Barbara Beltrame, Vicepresidente di Confindustria Vicenza con delega a Education e Università - perché dà l’impressione che l’opportunità di imparare facendo sia qualcosa che non abbia alcun valore, quando sia la nostra esperienza in azienda, sia ricerche e studi italiani ed esteri dimostrano esattamente il contrario. Lo consideriamo un passo indietro, una scelta che danneggia gli studenti. Molti ragazzi che in questi anni hanno fatto fino anche a 400 ore di alternanza si stanno comprensibilmente lamentando, ma possiamo assicurare che anche se il loro impegno non sarà considerato dall’istituzione scolastica, lo sarà sicuramente dalle aziende. Quando presenteranno il loro curriculum, gli imprenditori e i responsabili del personale non solo noteranno se hanno fatto alternanza o meno, ma andranno certamente a cercare questa voce tra le esperienze svolte, dandole il grande valore che merita”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

TV e Radio

  • Confindustria Sette

    Brexit: l'incontro con l'Ambasciatore del Regno Unito, STEM: verso una nuova cultura tecnica per il Made in Italy, Manuela Di Centa a Palazzo Bonin Longare per il Mese della Formazione Niuko

    Confindustria FM

    Ascolta la rubrica radiofonica di Confindustria Vicenza

Imprese