Fare Impresa con il metodo SCRUM: la testimonianza di Nicola Bassetto, export manager Zoppelletto

Ogni settimana l'intervento di una delle aziende che hanno partecipato all'ultima edizione del progetto.

Fare Impresa con il metodo SCRUM” è l'iniziativa che coinvolge tutte le classi terze dell’Istituto ITIS Rossi di Vicenza.

Giunto alla sesta edizione, il progetto si propone di dare ai giovani partecipanti un duplice obiettivo:
1. dare concretezza alla propria formazione, applicando ad un caso reale le competenze acquisite in classe;
2. favorire una scelta consapevole del proprio futuro percorso di studio o di inserimento lavorativo.

A rendere possibile la realizzazione di questo progetto, ideato da ILM-it Istituto Lean Management, è la partecipazione di ben 9 aziende del territorio: Legor Spa, Clerprem Spa, Salin Srl, Salvagnini Spa, Veca Spa, Zoppelleto Spa, Ha Italia Spa, Viatek Spa, Digital Innovetion Hub Vicenza.

Le imprese, con il coordinamento della Commissione Scuola Confindustria Vicenza, hanno fornito i temi di lavoro e hanno accolto tutte le ragazze e i ragazzi per una visita del proprio stabilimento produttivo.

Ogni settimana su Industria Vicentina daremo spazio alla testimonianza di ciascuna delle 9 imprese coinvolte nel progetto. Questa settimana diamo spazio all'intervento di Nicola Bassetto, export manager di Zoppelletto.

Perché avete scelto di partecipare a questo progetto e cosa vi aspettavate dallo stesso. L’aspettativa è stata soddisfatta?
Perché crediamo nei giovani e ci piace essere coinvolti in questi progetti con realtà tecniche come l’ITIS Rossi, che sforna studenti di un certo livello. L’aspettativa era quella di ricevere idee e proposte interessanti quindi direi che siamo rimasti soddisfatti, anche per la richiesta finale dei ragazzi di poter venire a visitare la nostra azienda nelle prossime settimane.

Quale progetto/sfida avere proposto ai ragazzi e perché?
Ai ragazzi è stato proposto di realizzare un nuovo design accattivante per uno dei nostri prodotti e inoltre sviluppare dei contenuti multimediali per il suo lancio sul mercato in occasione del sessantennale dell’azienda. In questo modo volevamo stimolare la loro creatività sia dal punto di vista prettamente tecnico che da quello legato all’immagine.

Come valutate il lavoro dei ragazzi?
Il lavoro che hanno svolto tutti i gruppi è stato molto buono. Siamo rimasti anche stupiti per quanto preparato dai ragazzi in riferimento alla parte del budget e dei costi, essendo materie e argomenti che probabilmente (immagino) negli indirizzi tecnici del Rossi non vengono approfondite.

Come migliorereste l'esperienza? Avete suggerimenti operativi?
Suggerirei di organizzare una visita in azienda quando questa viene presentata all’inizio del progetto, in modo da far vedere dal vivo ai ragazzi come funziona realmente. Inoltre suggerirei di aumentare il tempo a disposizione dei ragazzi per esporre il loro lavoro, quindi magari passare da 10 minuti a una ventina di minuti a gruppo per l’esposizione, in modo da presentare ogni parte del lavoro svolto in maniera più approfondita e senza fretta.

Consigliereste la partecipazione ad altre aziende?
Si, la ritengo un’esperienza che può essere utile anche per altre aziende. 



Photo by Kelly Sikkema on Unsplash