09/03/2022

Confindustria Vicenza e Intesa Sanpaolo rinnovano l’accordo per l’internazionalizzazione

Intesa Sanpaolo metterà a disposizione delle imprese associate prodotti, servizi evoluti di trade and export finance e consulenza.

Confindustria Vicenza e Intesa Sanpaolo rinnovano l’accordo a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese del territorio.

Intesa Sanpaolo, grazie alla collaborazione con il desk FarExport dell’Area Mercati Esteri di Confindustria Vicenza, mette a disposizione delle imprese associate prodotti, servizi evoluti di trade and export finance e consulenza a supporto dello sviluppo del business sui mercati esteri anche a sostegno dei progetti di identificati capo filiera.

La Banca, che conta su una presenza consolidata in circa 40 Paesi, accordi di collaborazione con altre Banche in 85 Paesi e rapporti di corrispondenza con oltre 4.000 banche, offre servizi e prodotti di supporto commerciale per l’espansione all’estero e per l’operatività nei mercati esteri; oltre a strutture specialistiche dedicate, con consolidata esperienza operativa sovrannazionale, che assistono la clientela nell’operatività ordinaria e straordinaria nei mercati internazionali, e specialisti presenti su tutto il territorio domestico.

La consulenza specialistica si affianca e concretizza anche nell’efficienza digitale del portale Inbiz, nella collaborazione di Exetra, la nuova società del Gruppo Intesa Sanpaolo nata per fornire soluzioni di trade and export alle imprese del Made in Italy, la partnership con Forvalue grazie alla quale l’impresa può avvalersi del supporto del team di Webidoo (Global Service Partner di Alibaba) nell’accesso alla più grande fiera online 24/7 e nell’iniziare il processo di internazionalizzazione, assistita a 360° da un WebiExport Manager, ovvero un Digital Export Specialist dedicato.

Grazie alla stretta collaborazione avviata anche con Confindustria nazionale, lo scorso ottobre è stato siglato l’accordo denominato “Competitività, Innovazione, Sostenibilità”, ed è stato messo a disposizione un plafond dedicato di 150 miliardi di euro.

Le partnership sono sempre importanti per poter sviluppare progetti di ampio respiro, specialmente se parliamo di internazionalizzazione ed export che rappresentano campi davvero vastissimi e, in alcune zone del mondo, ancora inesplorati, anche per noi che siamo la provincia esportatrice per eccellenza – afferma Giovanni Dolcetta, Vicepresidente di Confindustria Vicenza con delega all’internazionalizzazione -. Sicuramente Intesa Sanpaolo, con il loro ufficio studi e i riferimenti presenti in loco in numerosissime destinazioni dell’export made in Italy, offre la possibilità di ampliare la nostra visione del business globale e un’ulteriore opportunità per orientarci nel mondo, tanto più in momenti incerti, complessi e, purtroppo, anche drammatici come i quelli che stiamo vivendo in queste settimane”.

Siamo davvero lieti di confermare il nostro sostegno alle imprese del vicentino grazie alla qualità della loro produzione e alla capacità di guardare al futuro, hanno confermato la loro competitività anche nel periodo complesso della pandemia – spiega Roberto Gabrielli, direttore regionale Veneto Ovest e Trentino Alto Adige Intesa Sanpaolo -. Grazie alla collaborazione con Confindustria Vicenza continuiamo ad offrire soluzioni su misura per affrontare con sicurezza i mercati esteri con un’attenzione particolare per la sostenibilità, i criteri ESG e la digitalizzazione. Nell’ambito dell’accordo con Confindustria siglato lo scorso ottobre, Intesa Sanpaolo ha messo a disposizione 30 miliardi di euro per la crescita e lo sviluppo delle imprese del triveneto”.